BARI - Grave inefficienza della rete informatica "SCT" della Sala Operativa.

Dalla Segreteria Provinciale di Bari: Lo sbandierato tema della sicurezza dei cittadini che tanti voti ha portato nelle casse dei partiti di governo (sia di centrodestra che di centrosinistra) deve fare i conti con la vergognosa situazione che quotidianamente gli operatori della Sala Operativa della Questura di Bari (il primo anello, forse, della catena necessaria a garantire sicurezza e tranquillità ai cittadini che vi fanno ricorso telefonando al servizio 113) si vedono costretti ad affrontare ormai da diverso tempo.
La Rete informatica "SCT" della locale Questura, infatti, è totalmente ferma dal 28 febbraio 2011, provocando il consequenziale rallentamento della compilazione e/o trattazione delle “Schede Tecniche” da parte degli operatori della Sala Operativa. Operazione che allo stato attuale viene effettuata manualmente senza alcuna memorizzazione nell'architettura di sistema, creando un disservizio complessivo ed un difficile reperimento di informazioni a livello operativo da parte dell’Ufficio.
È opportuno ricordare, anche, che:
- le postazioni installate e collaudate presso la S.O. (anno 2001) erano 7 (sette), a tutt'oggi tutte in avaria/fuori uso e/o in cattive condizioni e quindi inefficienti. Negli ultimi tempi, le postazioni ormai di vecchia concezione e con caratteristiche tecniche diverse in tipologia da quelle standard (struttura SCSI) non riescono a soddisfare le esigenze della locale S.O., richiedendo costantemente manutenzione straordinaria perché sempre più frequentemente in avaria;
- i relativi "TCO" collegati ai client della S.O. con le relative cornette sono oramai deteriorati, non rendendo più possibile nemmeno la loro calibrazione a causa del continuo utilizzo;
- la Zona TLC di Bari, il Ministero dell’Interno - Uffici per l'lnformatizzazione - Roma e l’U.P.G.S.P. di Bari, sono a conoscenza della impellente necessità di intervenire tecnicamente affinché il firewall ubicato presso la locale Sala Lampertz venga ripristinato.
Ci permettiamo di suggerire almeno una soluzione. Si potrebbe, ad esempio, far intervenire direttamente la ditta titolare dell’applicativo SCT o nelle more Tecnici dell’Ufficio Roma Spinaceto, presso l’impianto qui ubicato, apponendo direttamente le dovute modifiche hardware e/o software. La più immediata e ragionevole. A meno che la non soluzione del problema sia addebitabile all’assenza di fondi (dovuti allo svuotamento delle risorse finanziare dai capitoli di spesa). Se si tratta semplicemente di questo, allora ditelo perché i cittadini hanno diritto di sapere!
Ne va della nostra dignità di poliziotti e della sicurezza di tutti (anche la nostra e delle nostre famiglie).
 


Pubblicato giovedì 23 giugno 2011 alle ore 13:40.
Ultima modifica lunedì 11 luglio 2011 alle ore 10:18.
© Riproduzione riservata