Perchè?

Perchè un poliziotto potrebbe perdere la vita e salvare la tua. È ormai intollerabile la carenza di organico che affligge le forze dell’ordine della città di Bari. Bari è una città esigente…e occorre impegnarsi a tutti i livelli. Ma anche se non lo fosse, la sicurezza dei cittadini è un bene primario sul quale non è consentito derogare. L’organico della Polizia di Stato è insufficiente a coprire tutte le attuali necessità. Non si può continuare così…chiedendo agli uomini uno sforzo sempre maggiore. MA E’ PROPRIO QUELLO CHE STA SUCCEDENDO. (...)

 Perchè un poliziotto potrebbe perdere la vita e salvare la tua.
È ormai intollerabile la carenza di organico che affligge le forze dell’ordine della città di Bari.
Bari è una città esigente…e occorre impegnarsi a tutti i livelli. Ma anche se non lo fosse, la sicurezza dei cittadini è un bene primario sul quale non è consentito derogare.
L’organico della Polizia di Stato è insufficiente a coprire tutte le attuali necessità.
Non si può continuare così…chiedendo agli uomini uno sforzo sempre maggiore.
MA E’ PROPRIO QUELLO CHE STA SUCCEDENDO.
La situazione sta diventando molto critica…diremmo quasi estrema!
Gli strumenti operativi sono insufficienti e da questo ne consegue un problema sociale…non solo di Polizia.
Sì perché quando si innalzano i livelli di sicurezza urbana, si consente una migliore qualità della vita, si contribuisce a una migliore reputazione della città tutta; l'aumentato indice di sicurezza spinge la città a essere maggiormente attrattiva anche nei confronti dei turisti, che, come è noto, migliorano decisamente le economie di scala.
Ciò che accade, invece, è esattamente il contrario. A Bari gli indici sul turismo in entrata sono in calo. Come è possibile che accada questo? Bari è improvvisamente diventata una città non più così bella e ricca di storia, cultura e tradizioni?
Ovviamente no.
Allora come mai il turista (internazionale, italiano, perfino quello di prossimità) rinuncia in maniera progressiva a effettuare visite in città e decidere in tal modo di spendere parte del proprio tempo (e di conseguenza anche del proprio portafoglio) a dedicarsi a una visita alla città di San Nicola?
Nel mondo globalizzato che viviamo oggi, le voci e la reputazione corrono più del vento di levante. Basta un solo (UNO SOLO) episodio di cronaca negativo (uno di quelli che noi tutti conosciamo bene) a far desistere centinaia e centinaia di potenziali visitatori a individuare la città capoluogo quale destinazione finale di un viaggio.
INVECE…
la crisi, la povertà, un ritrovato pullulare di nuova delinquenza organizzata, ma soprattutto, la mancanza di un'azione decisa da parte delle forze che sono deputate ad assicurare il diritto di sicurezza dei cittadini, sta privando da tempo la cittadinanza di un diritto fondamentale e meraviglioso: quello di godere appieno della propria arte, della cultura e delle tradizioni millenarie che la città può vantare nonché di un clima che consenta una stupefacente e variegata vita notturna.
Se questo stato di cose dovesse perdurare nel tempo, cosa ne sarà della nostra città?
Si svuoterà sempre di più, e la sua vitalità, il sangue vitale che batte dentro le proprie vene, pulserà sempre meno, fino ad affievolirsi e diventare una città con tutte le caratteristiche che pericolosamente si stanno affacciando con frequenza sempre maggiore: una città che ha paura di se stessa.
E i cittadini? Ormai vivono climi di totale sfiducia nel ruolo e nell'autorità delle sue forze dell'ordine, e pensano che Bari sia una città destinata a svuotarsi e a morire.
Non si tratta certo di una morte fisica, i suoi palazzi, le sue strade, le sue piazze e le sue chiese, certo continueranno a vivere, ma la linfa che le pervade sarà sempre più affievolita e sempre di più saranno ingrossati quei flussi migratori che porteranno giovani e vecchi ad abbandonare (o non vivere con la stessa gioia di un tempo) un luogo divenuto non più sicuro. Un luogo che ormai è a un passo dal trasformarsi in un non-luogo, ovvero un centro anonimo e impersonale in quanto non più “vissuto” ma semplicemente “utilizzato”, come fosse un luogo qualunque.
Bari non vuole essere un luogo qualunque, vuole essere esattamente ciò che è e ciò che millenni di tradizione hanno consegnato a questa generazione e non si può più permettere che l'inefficienza, l'inconsistenza e gli scarsi mezzi economici, derivanti da scellerate scelte politiche, hanno fatto diventare.
Noi, prima uomini e poi poliziotti, proviamo un senso di annientamento.
Il Governo non investe sull’apparato Sicurezza ANZI continua a tagliare quanto destinato al Comparto indebolendo il sistema. Dovrebbe rinforzarlo e sostenerlo. Sfruttare così i poliziotti a che serve?
Non ci serve sapere di chi sia stata la colpa, perché non ci porta a nulla e nè conduce a nulla che le forze politiche si rimbalzino le responsabilità. Quel che chiediamo è: Unite le forze e risolvete questa situazione.
Se non possiamo vantare concrete strategie organizzative, allora abbiamo bisogno di soluzioni a lungo respiro: maggiori risorse per gli Operatori della Sicurezza….per salvaguardare la tua vita rischiando la nostra.
E adesso…provate a chiederci che significato ha per noi indossare La Divisa!
NOI abbiamo scelto non solo di essere Uomini, non solo Onesti, ma di appartenere alle Forze di Polizia
NOI abbiamo scelto di svolgere un’attività istituzionale di gestione delle comunità umane organizzate, secondo il principio della pubblica sicurezza….
NOI non smetteremo mai di credere in una divisa piena di valori…
NOI che abbiamo scelto di diventare poliziotti.
Siamo abbandonati… Senza Difese!
NOI che vogliamo seguire il desiderio di servire il nostro Paese….viviamo nelle incertezze.
…Eppure è bello, quando si passeggia, incontrare una pattuglia della Polizia, infonde sicurezza…

Segreteria Regionale Puglia


Scarica le risorse allegate


Pubblicato lunedì 08 aprile 2013 alle ore 11:21.
Ultima modifica mercoledì 17 aprile 2013 alle ore 15:50.
© Riproduzione riservata